Skip to main content
Persone con autismo_Articolo

Mestieri Lombardia per le persone con autismo

Dal 2007, quando le Nazioni Unite hanno designato il 2 aprile come la Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo (World Autism Awareness Day), l'attenzione verso questa condizione neurologica ha guadagnato terreno in termini di visibilità e impegno. 

 

Tuttavia, dietro ai simboli e alle iniziative di sensibilizzazione si nascondono riflessioni importanti che meritano di essere esplorate. Uno di questi simboli è il colore blu, scelto per rappresentare l'autismo. Tale scelta, sebbene originariamente intesa come un segno di ricerca e conoscenza, è stata oggetto di critica da parte della stessa comunità autistica. Il blu, associato alla freddezza e alla tristezza, riflette gli stereotipi che spesso circondano l'autismo, limitandolo erroneamente a una specifica categoria demografica. L'autismo, infatti, non conosce confini di genere né di età. 

È cruciale comprendere che i simboli non sono meri strumenti visivi, ma veicoli di significato che plasmano la percezione comune. È per questo motivo che la comunità autistica ha abbracciato simboli alternativi, come l'infinito con i colori dell'arcobaleno o il rosso, per celebrare la diversità e contrapporsi alla narrazione predefinita. 

 

È importante ricordare che l'inclusione va oltre i simboli e le parole: si traduce in azioni concrete volte a riconoscere il protagonismo delle persone con autismo all'interno della società. 

L'accesso all'occupazione e l'integrazione lavorativa sono aspetti fondamentali che devono essere affrontati con determinazione e impegno. Troppo spesso, le persone con autismo percepiscono e subiscono il fatto che la società le consideri poco intelligenti e quindi non adatte al lavoro. Questo pregiudizio, radicato in stereotipi dannosi e limitanti, non solo mina la fiducia e l'autostima delle persone autistiche, ma ostacola anche il loro pieno potenziale e contributo alla società. 

L'autismo non è una patologia da nascondere o da combattere, ma una parte preziosa della diversità umana da accettare e celebrare. Riconoscere e valorizzare le persone con autismo come individui pienamente partecipi della società è il primo passo verso una vera inclusione e consapevolezza. 

 

In questa direzione, è fondamentale sottolineare il ruolo attivo di organizzazioni come Mestieri Lombardia, che si impegna con progetti mirati a supportare le persone con autismo e sensibilizzare le aziende sulle opportunità offerte da questa comunità. Mestieri Lombardia riconosce che le persone con autismo possono diventare risorse preziose se messe nelle condizioni adatte a valorizzare le proprie capacità e unicità. Questo principio non è solo valido per le persone autistiche, ma per tutte le persone. Non è l'individuo che deve adattarsi all'azienda, ma è l'azienda che deve avere l'intelligenza di sfruttare le diverse abilità e prospettive per creare valore, anche economico. Promuovendo la diversità e l'inclusione sul posto di lavoro, non solo si favorisce il benessere delle persone con autismo, ma si arricchisce anche il tessuto sociale ed economico, portando a una crescita per tutti. 

 

PROGETTO “WORK AUT” 

Azioni di Sistema sperimentale per l’accompagnamento al lavoro di giovani con disabilità connessa a disturbi dello spettro autistico 2023-2024 

 

Mestieri Lombardia partecipa attivamente al progetto "Work Aut" come soggetto partner, operando attraverso le unità organizzative di Cremona e Crema. 

Il progetto, parte del Piano Provinciale della Provincia di Cremona per l'inclusione lavorativa delle persone disabili, nasce da un'analisi approfondita delle esigenze del territorio, focalizzata principalmente sulla provincia di Cremona. Si evidenzia la necessità di migliorare l'inclusione lavorativa delle persone con autismo, considerando le criticità riscontrate nella preparazione del personale e nell'accesso al lavoro. 

Attraverso tre linee d'azione specifiche, il progetto si propone di identificare i potenziali beneficiari, sviluppare competenze specifiche per il lavoro, offrire formazione sull'autismo per gli operatori dei servizi per il lavoro e sensibilizzare la comunità attraverso materiale informativo e eventi. 

Mestieri Lombardia contribuisce al progetto mediante attività di formazione professionale, accompagnamento sul luogo di lavoro, creazione di reti di supporto, scouting aziendale, attivazione di tirocini e certificazione competenze. 

Tra i principali soggetti coinvolti nel progetto "Work Aut" figurano la Fondazione Alba Anfass Crema onlus (soggetto capofila), la Fondazione Istituto Ospedaliero Sospiro onlus (soggetto partner), Mestieri Lombardia (soggetto partner), Koala Società Cooperativa Sociale onlus (soggetto partner) e la Comunità Sociale Cremasca (soggetto associato). 

L'obiettivo del progetto è migliorare l'inclusione lavorativa delle persone con autismo, promuovendo l'acquisizione di competenze e la sensibilizzazione della comunità sui temi dell'autismo e dell'integrazione sociale. 

 

PROGETTO “WORK IN&AUT” 

Azione di sistema per il supporto ad attività sperimentali finalizzate all'accompagnamento al lavoro di persone con disturbo dello spettro autistico 

Il progetto "WORK IN & AUT", realizzato dall’unità organizzativa di Monza di Mestieri Lombardia, rappresenta il proseguo delle precedenti iniziative "Work out" e "In & out", le quali hanno permesso di modellizzare strumenti di valutazione e accompagnamento nella fase iniziale di conoscenza delle persone e del loro percorso di inserimento lavorativo. In particolare, durante queste iniziative è stato sviluppato il Kit “Work Aut”, che ha contribuito a fornire strumenti efficaci per la valutazione delle competenze e per l'accompagnamento delle persone con disturbo dello spettro autistico nel loro percorso lavorativo. 

Il progetto "WORK IN & AUT” risponde alla necessità di fornire sostegno e accompagnamento per l'orientamento e l'inserimento lavorativo delle persone con disturbo dello spettro autistico (DSA). Queste persone spesso incontrano difficoltà nell'accesso al mondo del lavoro a causa delle loro specifiche modalità di funzionamento, che richiedono abilità sociali e comunicative oltre alle competenze professionali. Il progetto, guidato dalla sede di Monza di Mestieri Lombardia e coinvolgente diversi partner come Afol Monza Brianza, Azienda Speciale di Formazione “Scuola Paolo Borsa”, e altri, si propone di promuovere la partecipazione a percorsi formativi, creare un tavolo di coordinamento per la condivisione di buone pratiche, sperimentare percorsi di accompagnamento al lavoro e sensibilizzare il territorio sull'inclusione lavorativa delle persone con DSA. 

Attraverso queste attività, "WORK IN & AUT" mira a migliorare l'accesso e il mantenimento al lavoro per le persone con DSA, contribuendo così all'inclusione e alla sensibilizzazione della comunità su queste tematiche importanti. 

 

PROGETTO “AUTISMO E LAVORO” 

Accompagnamento al lavoro di giovani con disturbi dello spettro autistico  

Il progetto "Autismo e Lavoro", guidato dall'unità organizzativa di Monza in collaborazione con la Cooperativa Sociale Sinergie, si propone di fornire ai giovani con Disturbi dello Spettro Autistico (ASD) un'opportunità concreta di inserimento lavorativo. Questo percorso formativo è stato attentamente progettato per rispondere alle esigenze specifiche di questa popolazione, valorizzando le loro capacità e talenti unici. Attraverso la formazione e l'inserimento lavorativo come operatori d'ufficio, il progetto mira a favorire lo sviluppo delle competenze necessarie e ad accompagnare i giovani nell'inserimento lavorativo presso aziende del territorio. Dieci giovani under 29 con ASD saranno selezionati per partecipare al programma, il quale si articolerà in due fasi: una fase di formazione teorica e pratica e una fase di tirocinio extracurricolare presso aziende del territorio. Durante tutto il percorso, i giovani saranno supportati da un team di esperti, composto da tutor formativi, tutor aziendali e psicologi esperti in materia di autismo. L'obiettivo è non solo quello di fornire competenze lavorative, ma anche di favorire l'integrazione e la gestione efficace dello stress e delle relazioni interpersonali. Inoltre, il progetto prevede la collaborazione con aziende del territorio, incluso l'apporto di partner come AUTICON e SBRISOLAUT, al fine di garantire un ambiente lavorativo inclusivo e di massimizzare le opportunità di inserimento. Mediante l'implementazione di una metodologia strutturata e prevedibile, l'azione formativa mira a fornire ai partecipanti le competenze necessarie per affrontare con successo il mondo del lavoro, contribuendo così alla loro realizzazione personale e professionale, nonché alla creazione di un ambiente lavorativo più diversificato e inclusivo. 

 

Oltre agli specifici progetti, spesso portati avanti anche dalla rete dei nostri soci e partner nei rispettivi territori, Mestieri Lombardia opera quotidianamente per promuovere il rispetto dei diritti di inclusione delle persone che soffrono di disturbi dello spettro autistico, così come di ogni persona a partire dalla più vulnerabili per creare valore e distribuire ricchezza, alle persone, alle comunità ed alle imprese, con le quali non mancano occasioni di collaborazione per la generazione di bene comune. 

Notizie dalle Sedi